Il bollino verde in Piemonte per l'efficienza energetica

La Regione Piemonte con DGR n. 35-9702 del 30 settembre 2008 ha approvato le disposizioni attuative della Legge regionale 28 maggio 2007 n. 13 in materia di impianti termici. A decorrere dal 15 ottobre 2009, è stato reso obbligatorio su tutto il territorio regionale il nuovo sistema di autocertificazione degli impianti termici denominato BOLLINO VERDE.

Lo spirito della legge è quello di favorire il risparmio e l’efficienza energetica nell'edilizia, un settore a cui si deve quasi il 40% del consumo di energia in Piemonte.
La legge prevede che a decorrere dal 15 ottobre 2009 sia obbligatorio su tutto il territorio della Regione Piemonte il nuovo sistema di autocertificazione degli impianti termici, e che i controlli sugli impianti termici possano essere trasmessi alla Provincia di competenza in formato elettronico. Inoltre ogni impianto sarà univocamente identificato sul territorio regionale da una apposita etichetta con codice.
Questo nuovo sistema consentirà di realizzare un catasto degli impianti termici che raccolga tutte le informazioni relative all’impianto e alla sua efficienza energetica. il manutentore oltre a compilare il libretto di impianto o di centrale ed il rapporto di controllo tecnico, deve apporre su quest'ultimo un bollino verde (gratuito sia per il manutentore, che per il cittadino).
Sarà pertanto indispensabile rivolgersi ad una impresa di manutenzione abilitata al rilascio del bollino verde e compresa in un apposito elenco regionale.
Il cittadino non dovrà preoccuparsi di spedire nulla; sarà lo stesso manutentore a trasmettere agli uffici provinciali i dati del rapporto di controllo tecnico provvisto del bollino verde.
Il bollino verde deve essere apposto obbligatoriamente in occasione delle verifiche di efficienza energetica dal manutentore con la seguente frequenza:

 - ogni 4 anni per gli impianti di potenza inferiore a 35 kW (caldaie murali autonome);
 - ogni 2 anni per gli impianti di potenza uguale e superiore a 35 kW.

Gli impianti termici installati a partire dal 15 ottobre 2009 sono ritenuti automaticamente provvisti di bollino verde con validità fino alle scadenze sopra indicate. La mancata apposizione del bollino verde comporterà una sanzione a carico del responsabile dell'impianto.

Frequenza manutenzione e controlli efficienza energetica
Fatte salve prescrizioni più severe rese disponibili dall'impresa installatrice dell'impianto, o in assenza di queste secondo quanto previsto dalle istruzioni tecniche relative allo specifico modello elaborate dal fabbricante oppure dalle norme UNI e CEI applicate allo specifico elemento o tipo di apparecchio o dispositivo, le operazioni di manutenzione ordinaria e verifica del rendimento energetico devono essere eseguite almeno con le seguenti scadenze temporali:

- Impianti di potenzialità inferiore a 35 kW alimentati a gas Metano/GPL :
ogni due anni se l'impianto è installato da più di otto anni;
ogni due anni per i generatori di tipo B installati in locali abitati;
ogni quattro per tutti gli altri impianti;

- Impianti di potenzialità inferiore a 35 kW alimentati a combustibile liquido/solido : ogni anno

- Impianti di potenzialità uguale o superiore a 35 kW : ogni anno


Ruolo dell'Arpa
La legge regionale 28 maggio 2007 n. 13 assegna all'Arpa, per conto delle province, le ispezioni a campione per il controllo degli impianti termici, dotati di bollino verde, con le seguenti finalità:

- Accertamento della rispondenza delle condizioni di esercizio e manutenzione rispetto a quanto dichiarato nel rapporto di controllo tecnico;
- Verifica della sussistenza dei requisiti delle imprese di manutenzione autorizzate al rilascio del bollino verde;
- Verifica della correttezza e regolarità dell'operato delle imprese di manutenzione.